Project Description

Tu, come mangi la pasta corta?

Morbi vitae purus dictum, ultrices tellus in, gravida lectus.

La pasta corta si mangia con la sola forchetta, facendo bocconi non troppo grossi. E fino a qui sembra tutto semplice; ma quanti di voi inseriscono i rebbi, le punte delle forchette dentro l’incavo della pasta corta? Non fatelo mai! Ricordiamoci che stare a tavola non è un gioco, tantomeno un passatempo. Soli o in compagnia, è importante attenersi a delle regole che comunque facilitano come mangiare ed evitano anche di sporcare tovaglie, tovaglioli, stoviglie ed anche vestiti.

E con la pastina per minestra o al brodo, cosa facciamo? Questa si serve nel piatto fondo che non verrà mai riempito fino all’orlo. Si prende con il cucchiaio che va tenuto tra pollice ed indice ed appoggiato sul medio; solitamente lo troviamo posizionato alla nostra destra, esattamente prima del coltello . Non va riempito attirandolo dal bordo del piatto verso noi, ma in senso contrario, cioè con un movimento che vada dal bordo della tavola verso il centro. Non si introduce il cucchiaio troppo profondamente in bocca e si consuma il brodo tutto in una volta; perciò, evitiamo di riempirlo molto e soprattutto senza far scolare il brodo, sarebbe decisamente imbarazzante. Il cucchiaio dovrebbe andare perpendicolare alla bocca e non orizzontale; quindi, piegarlo leggermente verso la bocca in modo tale da non coprire il viso con tutto la mano. Un importante suggerimento: Non succhiate mai, ma fate scivolare il brodo!

Se si vogliono raccogliere anche le ultime cucchiaiate, si inclinerà il piatto verso il centro della tavola e non verso di sé, pratica che comunque si sconsiglia. E’ sempre meglio lasciare un po’ di brodo piuttosto che incominciare a giocare con il piatto. Non si soffia sul brodo per raffreddarlo, ma si attende un po’ perchè si raffreddi naturalmente e non si mescola con il cucchiaio per far evaporare il calore. La minestra si mangia così come viene servita: non si aggiungono bocconcini di pane o acqua se troppo calda o salata. Nel caso si voglia aggiungere sale, va preso dalla saliera con l’apposito cucchiaino e non con la punta del coltello o con le dita. Finita la minestra, il cucchiaio va posto perpendicolare dentro il piatto. C’è chi asserisce che il cucchiaio potrebbe essere anche posizionato al bordo della tavola, ma sarebbe un grave errore perchè la tovaglia ne soffrirebbe con evidenti aloni di sugo.

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle nostre deliziose novità

Non amiamo lo spam. Puoi cancellarti quando vuoi.