Project Description

“Viaggirare è come innamorarsi: il mondo si fa nuovo”. Uomo di grande classe, di straordinario senso della vita e voglia di viaggiare. Fabio è l’amico che tutti vorremo avere: amorevole, disponibile, goliardico. Passare una serata con lui nella sua bellissima casa difronte alla splendida cattedrale di Palermo, vuol dire essere coccolati ed avvolti da un affetto profondo attraverso le sue deliziose pietanze ed il suo inconfondibile glamour che si manifesta nel presentare la sua tavola perfetta con ogni suo prezioso elemento. Funzionario dell’Unicredit, riesce a dividersi fra lavoro ed amici, senza rinunciare ai suoi viaggi. Il mondo è la sua più bella scoperta e viaggiare con gli amici è ancora più bello e stimolante. La sua ricetta proviene dalla tradizione della sua famiglia. Tradizione alla quale è legatissimo, tanto da aver conservato gelosamente le ricette scritte a mano dal Padre, capolavori di altri tempi, sia nella grafia che negli ingredienti genuini. Oggi, ci offre la storica pasta incaciata o ‘ncasciata, ricordata spesse volte nella serie del Commissario Montalbano, ma noi la vogliamo raccontare come la raccontava la mamma di Fabio.

Foto Pasta
Foto Fabio

CHEF

Fabio Dispenza

CUCINA

Palermitana

DIFFICOLTA’

Media

DATI PER LA PREPARAZIONE

60 min
Prep

100 min
Cottura

160 min
Totale

6 Persone
Dosi

La Ricetta

INGREDIENTI
  • Pasta rigatoni 480 gr
  • Maiale 800 gr (pezzo unico o tagliato a pezzi grossi, da sfilacciare dopo la cottura)

  • Salsa di pomodoro 1,5 Lt

  • Cipolla 1/2

  • Foglie di alloro n.2
  • Chiodi di garofano n.5

  • Formaggio tuma 400 gr

  • Olio evo, sale, pepe q.b.

  • Vino rosso 1 bicchiere

PREPARAZIONE
  • Prendere una casseruola comoda, adatta a contenere il pezzo di carne ed l sugo, mettere olio, far scaldare qualche minuto ed aggiungere il tocco del maiale.
  • Quando sarà ben rosolato da tutte le parti aggiungere la cipolla tagliata fine, farla rosolare finchè non diventerà morbida. Versare il vino e fare sfumare.
  • Aggiungere la salsa di pomodoro, l’alloro, il pepe preferibilmente a grani, i chiodi di garofano, e fare cuocere per circa 90 minuti con coperchio socchiuso, girando di tanto in tanto la carne.

  • Se il sugo dovesse asciugarsi troppo, versare un po’ di acqua tiepida. La carne sarà cotta quando la forchetta infilzata nelle fibre riuscirà a sfilacciarsi facilmente. Controllare di sale e aggiungere secondo il gusto e, se piace, aggiungere un po’ di zucchero.

  • A questo punto mettere la pentola con l’acqua per cuocere la pasta. Nel frattempo, in una grande ciotola mettere il tocco di carne e sfilacciarlo completamente.
  • Prendere la tuma, tagliarla a cubetti e aggiungerla nella ciotola. Quando l’acqua comincerà a bollire, mettere i rigatoni, salare e aspettare che raggiungano la cottura al dente. Scolare la pasta, versarla nella ciotola, versare il sugo e mescolare con due cucchiai di legno.

  • Impiattare e servire.

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle nostre deliziose novità

Non amiamo lo spam. Puoi cancellarti quando vuoi.