Descrizione Progetto

Spaghetti di grano duro di Tumminia con pomodoro datterino giallo e calamaretti spillo al profumo di bottarga

Chef Salvatore Sassano nasce con una passione smisurata per la cucina cosicché inizia il suo percorso nel mondo della ristorazione alla giovane di età di 13 anni, lavorando durante le vacanze estive in diversi ristoranti palermitani. Dopo la scuola dell’obbligo, frequenta l’Istituto Alberghiero “Paolo Borsellino” presso Palermo, all’interno del quale ha avuto l’opportunità di conoscere e lavorare con dei pilastri della cucina siciliana. Grazie alle sue esperienze, ha avuto l’occasione di arricchire le sue competenze culinarie vivendo la cucina a 360° al servizio di diverse strutture ristorative, percorrendo l’Italia da Sud al Nord e acquisendo tecniche e segreti dei principali piatti della tradizione italiana. Oggi è uno Chef affermato e presta servizio all’interno del Resort-Agriturismo “I Quattro Ricci” a Roma.

IMG 20200630 WA0014 1
Foto

CHEF

Salvatore Sassano

CUCINA

Siciliana

DIFFICOLTA’

Media

DATI PER LA PREPARAZIONE

100 min
Prep

10 min
Cottura

110 min
Totale

4 Persone
Dosi

La Ricetta

INGREDIENTI
  • Spaghetti di Tumminia 400 gr

  • Pomodori datterino gialli 300 gr

  • Calameretti spillo 500 gr

  • Olio evo 100 gr

  • Aglio rosso di Paceco qb

  •  Prezzemolo qb

  • Basilico qb

  • Sale e pepe e peperoncino qb
PREPARAZIONE
  • Iniziare con la selezione dei datterini gialli, applicando una cottura confit al forno a 121° per circa 30 minuti.

  • Una volta fatta questa operazione, pulire i calamaretti spillo compresi i suoi ciuffi e tenerli da parte. In una padella, rosolare gli ultimi con aglio, olio e peperoncino. Farli rosolare per pochissimi secondi. Toglierli dalla padella e metterli da parte in un piatto coperti con pellicola da cucina. Così facendo ne preserviamo la consistenza.

  • A questo punto i pomodorini saranno cotti, frullarli e setacciarli con un colino a maglia fina, ottenendo una vellutata di datterino lucida dal colore giallo intenso. Regolare di sale e pepe, profumare con basilico e Nocellara.

  • Cucinare gli spaghetti in abbondante acqua leggermente salata, poiché abbiamo sapidità data dalla bottarga e dai calamaretti. Avendo cura della cottura al dente, nella padella nella quale sono stati cotti i calamaretti saltare gli spaghetti aggiungendo quest’ultimi e un po’ d’acqua di cottura. Tirare bene la salsa a fiamma vivace ed infine fuori dal fuoco mantecare con olio e prezzemolo.

  • Confezione del piatto:
    Sul fondo del piatto, adagiare un po’ di vellutata di pomodoro datterino, sovrapponendo un turbante di spaghetti. Guarnire il piatto con bottarga grattugiata, qualche datterino confit e foglioline di prezzemolo.

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle nostre deliziose novità

Non amiamo lo spam. Puoi cancellarti quando vuoi.